Host di destinazione non consentito, sblocca la connessione nel pannello di AlterVista (Risorse > Impostazioni PHP)
lunedì , 6 aprile 2020
Ultime notizie
Ti trovi qui: Home / Japan Zone / From Japan News / K-pop trionfa sul J-pop
K-pop trionfa sul J-pop

K-pop trionfa sul J-pop

A meno di una dozzina di anni fa, la pop giapponese -dominava l’Asia. Oggi il , prodotto della Corea del Sud recentemente reso famoso in America da Psy grazie al “Gangnam Style” .
Un produttore coreano, m-flo Taku Takahashi, ha taglientemente riassunto il capovolgimento dei generi quando ha recentemente twittato, “fuck JPOP 2012″.
era (e rimane) il secondo mercato più grande di musica al mondo, con una cultura pop in generale enormemente diffusa. Ma ciò che era più importante era l’ambizione del pubblico sul J-pop.  Alimentato da tali esempi di successo come cantante Hikaru Utada (nella foto sotto), che a 16 anni ha scritto e registrato l’album più venduto nella storia del , e il produttore Tetsuya Komuro, la cui golden touch ha generato un flusso costante di singoli nei primi posti per Namie Amuro, TRF , Globe e altri, negli anni ’90 le case discografiche giapponesi cominciarono a espandersi in Taiwan, Hong Kong e Malaysia.

Da nessuna parte, però, era il loro impatto maggiore che in Corea del Sud, dove la musica giapponese era stato bandito per anni. Tale limitazione è stata revocata alla fine del 1999, e in pochi mesi le canzoni giapponesi hanno raggiunto il top nelle classifiche coreane.

Ma K-pop da allora ha conquistato il : Kara, 2PM, T-ara, Bestia e (ovviamente) Girls ‘Generation proprie della classifica Oricon.Hanno sostanzialmente fatto una versione migliore di J-pop. Se i J-Poppers lavorano in uno stile facilmente riproducibile al bar karaoke, il K-pop approccio virtuosistico e brillantato, con nitida, coreografia quasi militarista.

 

About MaDcUr

Web Designer || Fondatore di Anime & Japan World Appassionato di: Anime, Giappone, Elettronica e Design